I tifosi della Juventus protestano: salta tutto all’improvviso

I tifosi della Juventus protestano sui social network a causa di un affare che salta all’improvviso. Il calciomercato è lungo ma la situazione sembra essersi complicata ulteriormente.

Ormai siamo abituati al fatto che le tifoserie siano sempre insoddisfatte, polemizzino e non accettino le scelte delle società. Forse proprio per questo il nostro calcio dovrebbe fare un passo indietro per cambiare e allinearsi anche fuori dal campo col resto del mondo.

A Torino si sono sentite tantissime polemiche negli ultimi anni anche quando la Juve faceva incetta di Scudetti, ricordiamo ben nove consecutivi. Eppure prima non è piaciuto Antonio Conte per le eliminazioni in Europa, poi la tifoseria ha iniziato a prendersela con Massimiliano Allegri considerato reo di non si sa quale peccato.

Tifoseria completamente insoddisfatta anche di fronte ai successi con tanti calciatori che sono finiti nel mirino. Il primo e più criticato è sicuramente Mattia De Sciglio che è sempre stato considerato un protetto di Massimiliano Allegri senza un briciolo di talento quando invece ha reso sempre al massimo.

Si è arrivati poi a criticare anche mostri sacri e leggende come Cristiano Ronaldo. Un uomo da 30-40 gol a stagione è stato considerato a Torino un problema, perché secondo alcuni era troppo accentratore, senza esaltare le qualità dei ragazzi che gli giravano attorno. Sciocchezze da bar che però pesano sugli spogliatoi.

Juventus, i tifosi protestano

I tifosi della Juventus protestano con Arrivabene e Cherubini che hanno fatto dei veri capolavori in questo loro nuovo “regno”, basti pensare agli acquisti di Vlahovic e Bremer o alla cessione di Ramsey. Fatto sta che i bianconeri hanno lavorato a lungo e stanno facendo bene, ma i tifosi non si rendono conto di alcune cose molto importanti.

Ai dirigenti viene imputato il fatto di aver iniziato brillantemente la campagna acquisti bloccandosi improvvisamente. A parte che la cosa non sta proprio in questa maniera visto che sono arrivati Gleison Bremer e Filip Kostic c’è poi da dire anche che si sta pagando un passato non proprio felice.

Non è colpa di Arrivabene e Cherubini infatti se Adrien Rabiot percepisce sette milioni di euro e finora è stato totalmente inutile alla causa così come se Arthur è strapagato. Proprio oggi La Gazzetta dello Sport specifica che i rifiuti dei due alle destinazioni proposte potrebbero far saltare l’affare Leandro Paredes di fatto chiuso col Paris Saint German. Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane.

Impostazioni privacy