Juventus Maccabi Haifa, ecco cosa non dobbiamo assolutamente sbagliare

Cosa non deve assolutamente sbagliare la nostra squadra in Juventus Maccabi Haifa? Andiamo a leggere per capire quello che potrebbe accadere nella partita di stasera valida per il terzo turno di Champions League.

Sicuramente sarà una partita più difficile di quanto possiamo immaginare e di quanto dica la carta. Gli israeliani, come detto bene da Max Allegri, sono squadra che corre, attacca e la butta sul fisico. Sono diversi i consigli da seguire.

Allegri
Allegri (Ansa)

Per prima cosa la squadra bianconera non dovrà essere precipitosa, non si dovrà sentire in difficoltà qualora non riuscisse a segnare subito. Dovrà avere pazienza perché molto spesso queste partite durano anche 100 minuti e non è detto che tutto si debba risolvere nei primi quindici.

Si dovrà stare molto attenti a non andare sotto, perché qualora accadesse il Maccabi parcheggerebbe il cosiddetto autobus davanti alla porta, cosa che potrebbe fare anche sullo 0-0. L’eventuale svantaggio potrebbe essere un motivo in più per scivolare giù a livello mentale per una squadra che al momento non è solida sotto quel punto di vista.

Si dovrà giocare da squadra, evitando di pensare che gente come Angel Di Maria debba decidere da solo la partita. Sarà importante quindi far circolare palla e come dice il mister fare le cose semplici. Non servirà a nessuno infatti verticalizzare in maniera fantasiosa ed eccedere con i leziosismi.

Juventus Maccabi Haifa, cosa non fare

La sfida Juventus Maccabi Haifa metterà di fronte due squadre con alcune cose da non fare. Per esempio non si dovrà essere precipitosi di fronte a situazioni molto complicate, forse la cosa più intelligente sarà quella di gestire il pallone per utilizzare la maggiore cifra tecnica dei calciatori a disposizione.

Credere che non si abbiano le capacità per vincere la gara in questione perché sicuramente la Juventus ha delle assenze importanti ma anche senza Chiesa e Pogba è una squadra che può dire la sua in campo internazionale. Stasera si dovrà pensare solo a stasera e né alle prime due gare perse né tantomeno a quella che si giocherà tra il Benfica e il Paris Saint German.

Leandro Paredes
Leandro Paredes (Ansa)

Si dovrà essere concentrati sul campo per quella che si prospetta come una finale e come tutte le finali va vinta per sperare ancora di fare qualcosa di buono in Europa in questa stagione. La situazione è ovviamente complicata, ma abbiamo tutti i mezzi per uscirne fuori insieme a iniziare da una bella vittoria stasera in casa.

Impostazioni privacy