Juventus, siamo arrivati a un punto di non ritorno

La Juventus è arrivata a un punto di non ritorno in questo inizio di stagione, trend da cambiare per non rischiare una stagione incolore

Max Allegri
Max Allegri (Ansa Foto)

La Juventus è uscita sconfitta anche nella seconda giornata della fase a gironi della Champions League, dopo il primo passo falso al Parco dei Principi al cospetto del Paris Saint-Germain. Nella serata di ieri, infatti, all’Allianz Stadium è passato il Benfica, con il punteggio di 2-1, e ora ha relegato i bianconeri all’ultimo posto, in coabitazione col Maccabi Haifa, nel girone con 0 punti in due gare. I portoghesi arrivano da una striscia importante di risultati, ma la squadra di Massimiliano Allegri non è riuscita a imporsi, dopo il gol segnato a inizio gara da Arkadiusz Milik. La situazione, legata alla qualificazione agli ottavi di finale, ora è molto complicata e non dipenderà totalmente, e solo, dalla compagine bianconera.

LEGGI ANCHE >>>Filip Kostic messo in vendita su ebay | Un addio assurdo

Queste le parole di Leonardo Bonucci, il capitano della Juventus, che ha commentato la reazione dei tifosi bianconeri dopo la caduta casalinga contro il Benfica: “Non posso dire nulla, i fischi sono assolutamente giusti. Questo perché siamo andati incontro a una sconfitta, in una gara che però dovevamo cercare di portare a casa a tutti  costi. Sono molto preoccupato, non mi nascondo, siamo in un periodo dove facciamo gol e poi la nostra partita si mette in salita. Bisogna capire se il nostro entrare e uscire dalla partita, nell’arco dei 90′, sia dovuto a un problema mentale o fisico, dobbiamo lavorare tanto in silenzio. La colpa è assolutamente di tutti”, queste le sue parole rilasciate a Prime Video.

Juventus, bisogna svoltare al più presto

Fabio Miretti
Fabio Miretti (Ansa Foto)

La Juventus ha bisogno di un cambio repentino, di risultati ma soprattutto di atteggiamento dopo un inizio di stagione in chiaroscuro. I bianconeri stanno facendo fatica dal punto di vista del gioco e i risultati non arrivano, questo, ovviamente, non fa lavorare con la mente sgombra Massimiliano Allegri e i suoi ragazzi. I tifosi si stanno facendo sentire, dopo la sconfitta col Benfica che potrebbe segnare il cammino europeo, chiedendo l’esonero del tecnico livornese. Al momento questa è una situazione lontana dalla realtà e difficilmente applicabile, anche per l’ingaggio dello stesso Allegri che peserebbe enormemente, e di conseguenza starà a lui cercare di risollevare le sorti dei bianconeri.

LEGGI ANCHE >>> Allarme Juventus, Bonucci mette paura ai tifosi bianconeri

Ora la Juventus è attesa da un turno di campionato, sulla carta agevole, in trasferta contro il Monza del neo allenatore Raffaele Palladino. I bianconeri dovranno cercare di utilizzare questa sfida per dare un segnale forte, sia al campionato che ai propri tifosi, e cercando di portare a casa i tre punti aggiungendo anche una prestazione importante. Dall’altra parte i lombardi, però, hanno bisogno di punti dopo un brutto inizio di campionato e potrebbero rappresentare una trappola per i ragazzi di Massimiliano Allegri.

Impostazioni privacy