Juventus, in arrivo una gara delicata per Allegri

La Juventus è pronta ad affrontare il Benfica nella seconda gara della fase a gironi della Champions League, all’Allianz Stadium

Max Allegri
Max Allegri (Ansa Foto)

Massimiliano Allegri è pronto a una nuova sfida, dopo la pausa per tornare a giocare il campionato, di Champions League dove affronterà il Benfica con la sua Juventus. I portoghesi sono sempre una squadra ostica, generalmente nel loro stadio, da affrontare e i bianconeri non devono sottovalutare l’impegno, alla ricerca di tre punti fondamentali.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, un’altra settimana difficile in campionato

Secondo le ultime indiscrezioni di giornata la Juventus non recupererà Manuel Locatelli per la gara di mercoledì sera, all’Allianz Stadium, contro il Benfica. Il centrocampista che si era infortunato dopo la gara di Parigi è stato ai box già nella gara contro la Salernitana e, dunque, continua a essere un’assenza importante per Massimiliano Allegri. Al momento, invece, non si hanno notizie sul possibile impiego di Angel Di Maria, in rientro dai problemi fisici.

Juventus, la gara col Benfica è importante

Dusan Vlahovic
Dusan Vlahovic (Ansa Foto)

La gara con il Benfica potrebbe essere uno spartiacque importante, sia per la stagione della Juventus che, di conseguenza, anche per il proseguimento dei ragazzi di Massimiliano Allegri nel cammino in Champions League. I bianconeri parto, infatti, come seconda squadra del girone alle spalle del Paris Saint-Germain e davanti ai portoghesi, per questa ragione non portare a casa una vittoria all’Allianz Stadium domenica sera potrebbe essere una pericolosa situazione per la Juventus. La gara in questione arriva in un momento delicato per la Juventus, sia dal punto di vista del gioco che dei punti raccolti e potrebbe rappresentare un buon momento per dare una sterzata a questo inizio di stagione in chiaroscuro.

LEGGI ANCHE >>> Juventus Benfica, niente Locatelli e Rabiot ma…

Il pareggio conquistato in campionato contro la Salernitana ha lasciato scorie importanti alla Juventus, sia alla squadra e Massimiliano Allegri che, ovviamente, nella mente dei tifosi. Le lamentele per le decisioni arbitrali che hanno poi, di fatto, indirizzato il risultato devono essere pesate con la prestazione della squadra bianconera, molto al di sotto delle aspettative. Nel primo tempo la gara non era iniziata, nemmeno, male per Mattia Perin e compagni ma dopo il primo gol trovato da Antonio Candreva sembra si sia, un po’, sgretolato tutto. Il gol su rigore di Piatek, poi, a tempo scaduto nel primo tempo aveva indirizzato la gara verso la Salernitana. Dalla metà del secondo tempo c’è stata una reazione, che ha permesso ai bianconeri di riaprire la gara ma, soprattutto, di inerzia e forza piuttosto che per il calcio e le idee di gioco. Sicuramente non è un buon momento per Massimiliano Allegri e i suoi.

Impostazioni privacy