Juventus, gli obiettivi stagionali delineati dalla società

La Juventus è impegnata in una stagione che potrebbe regalare gioie come trasformarsi in un brutto incubo, tutto dipenderà dai bianconeri

Juventus
Juventus (Ansa Foto)

La Juventus in questa stagione non è partita bene sia in campionato che in Champions League, questo sta rischiando di mandare a monte subito gli obiettivi della squadra bianconera. Come ogni anno, infatti, la società presidiata da Andrea Agnelli vuole lottare per ogni trofeo, ma la partenza ad handicap nelle due competizioni più importanti potrebbe mettere in salita il lavoro di Massimiliano Allegri e dei suoi ragazzi.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, il momento ora è sorridente: testa al Milan

Nelle ultime due gare è tornato a segnare, anche, Dusan Vlahovic che nel momento più cupo della squadra bianconera non era riuscito a essere determinante. I due gol messi a segno contro Bologna e Maccabi Haifa, però, potrebbero sbloccarlo e aiutarlo a essere la punta di diamante della squadra allenata da Massimiliano Allegri.

Juventus, Andrea Agnelli parla degli obiettivi

Andrea Agnelli
Andrea Agnelli (Ansa Foto)

Andrea Agnelli, presidente della Juventus, ha parlato all’assemblea degli azionisti bianconeri, dove ha delineato anche gli obiettivi della gestione sportiva: “L’ambizione della Juventus è garantire l’eccellenza operativa in ogni attività a sostegno di uno sviluppo del brand che ha l’aspirazione di diventare attrattivo per le giovani generazioni (Z e Alpha) e intende diventare realmente globale. Sportivo: è il nostro core business e sempre lo sarà. Juventus significa competere ad alto livello per la vittoria, ogni giorno e in ogni competizione. La vittoria è un traguardo cui la Juventus aspira naturalmente ed ogni sforzo di tutte le donne e gli uomini della Juventus sarà indirizzato verso la vittoria, a partire dalla stagione in corso”, si legge su TuttoJuve.com.

LEGGI ANCHE >>> Fabio Miretti: “Io e la Juventus? Sono gobbo da cima a fondo”

La Juventus nelle ultime stagioni aveva avuto un tallone d’Achille importante nella rosa, il centrocampo, che non ha permesso il salto di qualità nei momenti difficili. Per questa situazione era stato riportato a Torino, da Manchester, il francese Paul Pogba che, però, sfortunatamente non può dare il suo contributo al momento a causa dell’infortunio al ginocchio che lo sta tenendo fuori da ormai due mesi. Negli ultimi giorni di mercato, però, la dirigenza bianconera si è mossa bene per portare un “faro della manovra” nelle mani di Massimiliano Allegri e per questo motivo è arrivato Leandro Paredes dal Paris Saint-Germain. In queste settimane si è preso i bianconeri sotto braccio, provando a far migliorare la manovra della sua squadra, con ottimi risultati al momento.

Impostazioni privacy