Rovella lascia la Juventus, il sacrificato del calciomercato

Tra i centrocampisti in rosa la Juventus è costretta a sacrificarne uno sul calciomercato. Si tratta di Nicolò Rovella che ora parte un passo dietro al suo omonimo Fagioli e a Fabio Miretti.

Il calciatore è un centrocampista di grande qualità classe 2001 che è stato acquistato dal Genoa, al momento però sembra più acerbo dei suoi due pressoché coetanei.

Nicolò Rovella
Nicolò Rovella

Nato a Segrate il 4 dicembre del 2001 ha iniziato la sua carriera nell’Accademia dell’Inter vincendo la Gothia Cup. Subito dopo è passato all’ASD Alcione che dopo tre anni gli ha permesso di spiccare il volo verso Genoa. Appena maggiorenne ha debuttato tra i professionisti con la maglia del Genoa subentrando a un ex Juventus, guarda caso, Cassata.

Si tratta in realtà del giorno prima del suo compleanno quando si gioca una gara di Coppa Italia contro l’Ascoli e la sua squadra riesce a imporsi. Debutta poi in Serie A il 21 dicembre successivo entrando nella gara contro l’Inter persa a San Siro col risultato finale di 0-4.

Centrocampista duttile, abituato maggiormente ad agire da mezzala, può fare molto bene soprattutto se si gioca a tre in mezzo. La Juventus lo prelevò nel gennaio del 2021 lasciandolo però in prestito per un anno e mezzo ai Grifoni cosa che gli permise di conquistarsi 43 gettoni in massima categoria.

Rovella lascia la Juventus

Quello di Nicolò Rovella sarà un arrivederci alla Juventus che ha speso 20 milioni di euro per acquistarlo un anno e mezzo fa e che ci punta per il futuro. Andrà via dunque con ogni probabilità in prestito per giocare con continuità in una squadra magari di bassa classifica in Serie A.

Nicolò Rovella
Nicolò Rovella

La Gazzetta dello Sport continua a sottolineare che su di lui ci siano le due neopromosse Monza e Cremonese e la Salernitana salvata con un miracolo sportivo lo scorso anno da Davide Nicola. Si parla per lui di una cessione però in prestito secco e dunque senza possibilità che la sua nuova squadra possa esercitare una sorta di diritto di riscatto.

Perché è probabile che nel centrocampo di domani la Juventus si presenti con un trio delle meraviglie a centrocampo formato proprio da Fagioli, Miretti e Rovella.

Impostazioni privacy