Calciomercato Juventus, la dirigenza ha deciso il futuro di un calciatore bianconero

La dirigenza della Juventus sembrerebbe aver deciso il futuro di un calciatore bianconero.

Dopo un brutto inizio di stagione, la squadra di Massimiliano Allegri vuole riprendersi al più presto e vuole cercare di vincere queste ultime 5 partite, prima della sosta per il Mondiale in Qatar.

Dirigenza Juventus
Dirigenza Juventus (Ansa)

Durante questa pausa, la società bianconera dovrà pianificare il proprio futuro sia entrata sia in uscita. Infatti, i dirigenti juventini sembrerebbero aver già preso una decisione definitiva sul futuro di un calciatore della Juventus.

La decisione sul calciatore bianconero

Come riferisce La Gazzetta dello Sport, la Juventus sembrerebbe aver deciso di riscattare Arkadiusz Milik. Infatti, il calciatore polacco è arrivato a Torino con la formula del prestito con diritto di riscatto a 7 milioni e, dopo le ottime prestazioni, la dirigenza bianconera è obbligata ad acquistarlo a titolo definitivo.

L’attaccante ex Marsiglia ha rilasciato un’intervista a L’Equipe, in cui ha raccontato del suo ritorno nel calcio italiano, con il trasferimento alla Juventus nell’ultima sessione di mercato.

“I primi contatti per il mio trasferimento in bianconero sono iniziati prima della partita contro il Nantes, nella quale sono rimasto in panchina. La Juventus mi voleva già dai tempi in cui giocavo nel Napoli, ma allora non fu possibile trovare l’incastro giusto. Siamo felici di esserci ritrovati oggi. In quasi tutte le partite che ho giocato qui a Torino avevo un altro attaccante al mio fianco, penso che così sia più semplice perché hai più soluzioni”.

 

Arek Milik
Arek Milik (Ansa)

Milik si sta rivelando senza dubbio il migliore acquisto dell’ultima campagna estiva nel rapporto costi/benefici. Inoltre, Massimiliano Allegri sta diventando sempre più importante per l’attaccante polacco.

Parlo bene l’italiano e questo è un vantaggio importante. Non ho problemi a comprendere l’allenatore e tutte le istruzioni che mi dà. Qui in Italia c’è molta tattica, sia in allenamento che in partita. In Francia invece ci sono molti più spazi per i giocatori rapidi, o esterni di fascia che corrono tanto”.

Infine, non potevano mancare un paio di domande sul Marsiglia, ex club di Milik nella passata stagione: “Al Marsiglia ho fatto bene, ma potevo fare molto meglio e ne sono consapevole. Qualche volta, però, per fare meglio, soprattutto per un giocatore con le mie caratteristiche, si ha bisogno di essere circondati da brave persone che giochino anche loro per te”. Poi, sull’attuale operato dell’ex juventino Igor Tudor alla guida del club: Sta facendo bene. Sta facendo delle scelte che faceva anche in Serie A”.

Impostazioni privacy