Juventus-Empoli, Allegri annuncia due assenze

Questa sera la Juventus ospiterà l’Empoli di Paolo Zanetti, in un match delicatissimo per il campionato dei bianconeri.

La squadra di Massimiliano Allegri, dopo la buona prestazione offerta nel derby contro il Torino, deve riconfermarsi contro i toscani ma lo farà senza due calciatori fondamentali.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri (Ansa)

Il tecnico livornese, infatti, ha annunciato due assenze pesanti in vista del match di stasera contro l’Empoli. Al netto delle assenze, i bianconeri hanno l’obbligo di conquistare i tre punti per avvicinarsi alle posizioni nobili della Serie A.

Le parole di Massimiliano Allegri

Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Juventus-Empoli ed ha annunciato due assenze pesanti.

DOPO IL DERBY: “La vittoria nel derby è stata una bella vittoria, credo meritata. Contro una buona squadra, comunque giocare col Toro non è mai semplice, però perché diventi una vittoria importante bisogna dare seguito”.

ASSETTO DIFENSIVO: “Oggi facciamo allenamento, dovrò valutare alcune situazioni, c’è chi ha giocato tanto. Dopo allenamento avrò idee più chiare, la squadra sta meglio mentalmente, la vittoria ci ha dato più serenità e morale, il nostro umore dipende sempre dai risultati. Più vinciamo, più stiamo bene dopo la partita. Domani non sarà semplice

DUE ASSENZE: “Ipotesi con Chiesa nel tridente? Vediamo le cose reali, la realtà di oggi è che Chiesa e Pogba non ce l’abbiamo. Domani non sono a disposizione. Chiesa ha fatto due allenamenti con la squadra, Pogba si è allenato parzialmente ma molto parzialmente con la squadra. Evitate di scrivere tutte queste robe qui, avete una fantasia mondiale, giocatori che non si sono allenati con la squadra scrivete che dopo 2 giorni sono a disposizione. La fantasia è al potere ed è molto bello, domani non ci sono“.

Federico Chiesa
Federico Chiesa (Ansa)

VLAHOVIC: “Indipendentemente dal gol fatto l’altro giorno, ha giocato una delle migliori partite tecnicamente. Dello stesso Kean, che ha fatto bene, sono molto contento, sta crescendo, sta meglio fisicamente ma soprattutto si rende disponibile per la squadra. Dopo, per ottenere i risultati ci vuole disponibilità da parte di tutti, su questo sembra ci siano segnali buoni dopo Torino. Ma la vittoria col Toro diventa importante se diamo seguito con l’Empoli. Non sarà facile, tra l’altro l’anno scorso ci hanno battuto in casa”.

MIRETTI: “Sta meglio, ha giocato tante partite da inizio stagione. Non avendo una preparazione, perché si è aggregato il 2 agosto dopo la nazionale, ma sta meglio. Comunque ha giocato partite di livello, ha avuto un dispendio di energie mentali non da poco. Sta crescendo Fagioli, Soulé stesso. Quando c’è la possibilità, li faccio giocare. Non sono più giovani, ma sono giocatori da prima squadra“.

Impostazioni privacy