Juventus, nella formazione di Allegri ci sono tre nomi a sorpresa

La Juventus ospiterà domani sera alle ore 20,45 il Bologna di Thiago Motta e Massimiliano Allegri sta scegliendo gli 11 da mandare in campo.

Dopo le brutte prestazioni in questa prima parte di stagione, la squadra bianconera non vuole perdere troppo terreno dai primi posti della classifica e, domani sera, dovrà tirar fuori una prestazione eccellente per conquistare i tre punti.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri (Ansa)

La squadra di Massimiliano Allegri si trova, in questo momento, all’ottavo posto nella graduatoria e lontana dalle zone europee. Infatti, i bianconeri hanno un gap di 7 punti da Napoli ed Atalanta (prime in classifica), 4 punti dalla zona Champions League e 3 punti dall’Europa League.

Tre nomi a sorpresa nella formazione di Allegri

Nella sua formazione tipo, Massimiliano Allegri giocherebbe con il 4-5-1 e, ciò che risalta maggiormente all’occhio, è il consistente coinvolgimento delle seconde linee. Infatti, fino ad ora, mancano molti titolarissimi come Szczesny, Bonucci e Di Maria ed, invece, sono inseriti in questa particolare formazione, tre neo arrivati (Bremer, Kostic e Paredes) ed il giovane Miretti.

L’undici formato dai calciatori con più minuti nelle prime nove partite sarebbe: Perin; Cuadrado, Bremer, Danilo, De Sciglio; McKennie, Locatelli, Paredes, Miretti, Kostic; Vlahovic.

Il calciatore con maggior minutaggio stagionale, ad ora, è Bremer con 805 minuti. Infatti, il difensore brasiliano è rimasto fuori solo negli ultimi cinque minuti contro lo Spezia a causa di crampi. A seguire c’é Danilo, con 732 minuti: una sola panchina per lui, ma comunque nove presenze su nove gare disponibili. Kostic, invece, ha garantito 624 minuti pur partendo due volte dalla panchina, mentre Miretti, che ha preso parte a tutte le gare in calendario pur subentrando tre volte, ha messo nelle gambe 498 minuti. Infine, De Sciglio ha collezionato nove presenze su nove ed è sceso in campo per 495 minuti.

Mattia De Sciglio
Mattia De Sciglio (Ansa)

L’altro grande investimento della Juventus, Vlahovic, ha giocato 711 minuti ma solo otto gare su nove, a seguito dell’esclusione dalla gara da ex a Firenze. I problemi di Szczesny si palesano, invece, dal coinvolgimento del suo vice. Infatti, Perin è stato schierato otto volte, per un totale di 677 minuti. Cuadrado ha saltato l’ultima per squalifica, dopo aver partecipato alle prime otto per 554 minuti.

Le presenze per McKennie sono state otto ed ha collezionato, fino ad oggi, 550 minuti. Locatelli e Paredes, invece, si sono alternati a centrocampo con minutaggio integrale per sei e cinque gare: 448 minuti per l’azzurro, 443 per l’argentino. A conti fatti, infine, solo questi undici hanno superato quota 400 minuti, cioè la metà del tempo di gioco disponibile.

Impostazioni privacy