Juventus, clamorosa scelta della dirigenza bianconera

La Juventus affronterà oggi alle ore 15 il Monza del neo allenatore Raffaele Palladino e sarà una partita cruciale per le sorti dei bianconeri e di Massimiliano Allegri. 

La squadra del tecnico livornese deve conquistare obbligatoriamente i 3 punti. Infatti, anche se siamo solamente ad inizio stagione, il match è molto delicato ed è uno dei più importanti in questo ciclo di partite prima della sosta per le nazionali.

Dirigenza Juventus
Dirigenza Juventus (Ansa)

Intanto, la dirigenza juventina sembrerebbe essere intenzionata a decretare una clamorosa scelta. Infatti, l’atteggiamento della squadra nelle ultime uscite non è piaciuto per niente ai dirigenti bianconeri che, per cercare di dare una svolta a questo periodo complicato, sono arrivati ad un incredibile decisione.

L’incredibile scelta della Juventus

La situazione intorno a Massimiliano Allegri si sta facendo molto pesante. Infatti, secondo La Gazzetta dello Sport, non si può escludere un colpo di scena con l’esonero, in caso di risultato negativo della sua Juventus a Monza. Il caso è molto teso ed, inoltre, la società è molto irritata per la chiacchierata dell’allenatore toscano con Mario Sconcerti al Corriere della Sera.

Lo sfogo è stato accolto con sorpresa dalla società, che non ne era a conoscenza e ne avrebbe fatto volentieri a meno in un momento come questo, in cui lo stesso allenatore aveva suggerito a tutti di stare zitti e lavorare“, scrive la Gazzetta.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri (Ansa)

La dirigenza bianconera, infatti, potrebbe multare Massimiliano Allegri per l’episodio in questione.

In società, dove non tutti appartengono al partito degli allegriani, qualcuno potrebbe non aver apprezzato parole e tempistiche. Per un’intervista non concordata Allegri potrebbe incorrere anche in una multa“, continua il giornale.

Molti calciatori, inoltre, non hanno preso molto bene le parole di Allegri e sarebbero scontenti dell’atteggiamento offensivo del tecnico livornese.

Stupore anche tra i giocatori, alcuni dei quali (Locatelli, Cuadrado e Paredes) tirati in ballo nell’intervista. Infatti, qualcuno si è sentito scaricato dall’insistenza del tecnico sugli errori individuali. Nei giorni scorsi ci sono stati confronti tra tecnico e squadra, ed alcuni calciatori (in particolare i nuovi) avrebbero manifestato le proprie difficoltà a comprendere ciò che vuole l’allenatore. La Juventus virtuale è quella che Allegri finora non ha mai avuto, con Chiesa (di cui peraltro il tecnico ha sempre detto che sarebbe stato al top solo a gennaio), Pogba e Di Maria, e gli infortuni sono il motivo per cui la squadra sta facendo fatica“, conclude la Gazzetta dello Sport.

Impostazioni privacy