Juventus, Allegri annuncia due titolari

Nella conferenza stampa della vigilia del match contro il Monza, Massimiliano Allegri ha toccato vari aspetti ma soprattutto ha annunciato due titolari. 

Il tecnico livornese ha focalizzato l’attenzione sulla prestazione della squadra contro il Benfica ed ha comunicato due titolari nella sfida di domani pomeriggio contro il Monza dell’ex Raffaele Palladino.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri (Ansa)

I bianconeri devono necessariamente conquistare i 3 punti, per cercare di rimanere ancorati alle prime posizioni della classifica. Molto probabilmente, con un risultato negativo, l’avventura di Massimiliano Allegri alla guida della Juventus potrebbe terminare in anticipo.

L’annuncio di Allegri in conferenza stampa

Il tecnico toscano ha annunciato in conferenza stampa due titolari per il match di domani ed ha toccati vari temi molto interessanti.

Sicuramente non ci saranno Locatelli, Rabiot e Alex Sandro. Di Maria e Perin giocheranno dal primo minuto e ho il dubbio tra Kostic e Kean. Devo decidere chi far giocare in difesa. Per noi domani ci sono tre punti fondamentali per passare una buona sosta“.

Sulla reazione della squadra: “Più che reazione bisogna avere grande rispetto per il Monza che in casa ha sempre giocato bene. Viene dal primo punto in Serie A. Noi dobbiamo giocare con grande attenzione. Dobbiamo migliorare“.

Gli errori: “Magari ho sbagliato dei cambi, la formazione, la preparazione“.

Allegri Max
Allegri (Ansa)

La preparazione: “Per quanto riguarda sulla Juve virtuale che è uscita stamattina ma con Sconcerti è stata una chiacchierata. Sugli infortuni mi sono fatto dare un report dai dottori. Abbiamo avuto 11 infortuni muscolari rispetto ai 10 dello scorso anno ma con 8 partite in più . Noi siamo sempre in discussione sicuramente abbiamo sbagliato e io ho sbagliato più degli altri. In questi momenti ci vuole lucidità perché se avessimo vinto con il Benfica cosa avremmo detto?”.

Trovare la continuità: “Per dare continuità ad un sistema di gioco bisogna avere i giocatori. Di Maria è fuori dal 20 agosto e a parte Cuadrado che può fare quel ruolo con altre caratteristiche e devo non far sentire la mancanza. Noi dobbiamo migliorare sull’attenzione. A volte sembra che le cose le veda solo io e mi preoccupo per me“.

L’esonero e le responsabilità: “Mi mancava il fatto di Allegri esonerato. Sono molto contento di questo. Con la società parliamo tutti i giorni. Io devo sempre spiegazioni alla società. Dobbiamo rimanere sereni perché possiamo solo migliorare. Io sono il responsabile, ma lei ha letto male. Non sto qua a sindacare perché io sono pratico. Ho mai avuto tutti i giocatori a disposizione? No. La squadra sta facendo bene? Si nelle condizioni in cui siamo“.

Impostazioni privacy