Juventus, ecco il piano della dirigenza per rinascere

La Juventus domenica sera alle ore 20,45 sfiderà la Salernitana all’Allianz Stadium, dopo la sconfitta subita contro il Psg al Parco dei Principi. 

La squadra di Massimiliano Allegri affronterà questa gara con uno spirito diverso rispetto all’ingresso in campo contro Mbappè e compagni. Infatti i bianconeri, seppur non portando a casa un risultato positivo, hanno dato prova di una buona reazione nella seconda frazione e sembrano avere maggior consapevolezza della propria forza.

Arrivabene e Cherubini
Arrivabene e Cherubini (Ansa)

Una delle note positive del match contro il Psg è stata sicuramente la prestazione del nuovo arrivato Leandro Paredes. Infatti, il calciatore argentino è riuscito a verticalizzare molto bene durante la partita e ciò non si vedeva da tanto tempo nel centrocampo della Juventus. Inoltre, un altro appunto da segnalare è la riconferma di Fabio Miretti, per nulla pressato dall’esordio in Champions League e sempre più sicuro delle sue potenzialità.

Il piano della dirigenza per rinascere

La dirigenza bianconera sta programmando il futuro già da ora. Per questo, i bianconeri hanno deciso di puntare sui molti giovani in rosa.

Fabio Miretti è il calciatore, fra i baby bianconeri, maggiormente utilizzato da Massimiliano Allegri. Infatti, il centrocampista ha conquistato la fiducia del tecnico livornese ed ora vuole continuare a stupire dirigenza e tifosi bianconeri. Il tecnico toscano spera di assistere allo stesso copione per altri due giovani juventini: Soulè e Fagioli.

Insieme a Miretti, l’argentino e l’ex Cremonese sono le altre due grandi scommesse e la società bianconera sembra essere decisamente intenzionata a puntare su di loro. Difatti, tutti e tre sono stati integrati nella rosa di Massimiliano Allegri e ne faranno parte anche in futuro.

Rispetto agli anni passati, la Juventus sembra aver intrapreso una politica differente. Proprio per questo, investire sui talenti di casa propria non solo potrebbe portare a benefici economici, ma è anche un ottimo modo per rilanciare il calcio italiano.

Fabio Miretti
Fabio Miretti (Ansa)

Fabio Miretti è nato a Pinerolo il 3 agosto 2003 ed è cresciuto calcisticamente nelle giovanili della Juventus. Dopo 33 presenze e 4 gol nella Juventus U 23, viene aggregato in prima squadra da Massimiliano Allegri. Con la maglia bianconera ha totalizzato, fino ad ora, 13 presenze.

Nicolò Fagioli è nato a Roma il 12 febbraio 2001 e cresce nelle giovanili della Juventus. Dopo aver collezionato 33 presenze e 3 gol con la Cremonese (prestito), torna alla Juventus ma non riesce a trovare lo spazio desiderato. Con la maglia juventina totalizza solamente 3 presenze.

Matias Soulè è nato a Mar de Plata il 15 aprile 2003 ed è cresciuto, anche lui, nella Juventus. Dopo l’esperienza nella Juventus U 23, colleziona solamente 3 presenze con la maglia bianconera.

Impostazioni privacy