Grande rimpianto per la Juventus, ormai tutto è compromesso

In casa Juventus c’è un grandissimo rimpianto legato a una situazione che ormai è compromessa. La situazione è di quelle da cui non si può tornare indietro. E ora cosa si fa?

La società bianconera infatti sta valutando il calciomercato con le entrate e le uscite, alcune situazioni al momento per gli opinionisti non sono di certo soddisfatti sotto diversi punti di vista.

Max Allegri
Max Allegri (Ansa)

La bella Juventus vista contro il Paris Saint German non ha permesso alla squadra di rialzare la testa almeno per gli opinionisti. Dentro il gruppo c’è grande consapevolezza di aver messo paura agli alieni, considerando che qualche anno fa nello stesso periodo si perse 3-0 in trasferta contro il Barcellona per poi fare una splendida Champions interrotta da un rigore di Cristiano Ronaldo.

Oggi però le sensazioni sono diverse anche se c’è bisogno che la società consideri tutte le attenuanti del caso di una squadra costruita su Paul Pogba, Angel Di Maria e Federico Chiesa che in tre non raggiungono i novanta minuti stagionali. Serve tempo e determinazione, ma soprattutto una pazienza che dopo due quarti posti di fila i tifosi sembrano aver definitivamente perso.

Ora la testa è tutta alla Salernitana per la sfida di domenica sera quando i bianconeri saranno costretti a vincere. Attenzione a sottovalutare la squadra di Davide Nicola che ha già dimostrato di essere una brutta gatta da pelare.

Il grande rimpianto della Juventus

Sul calciomercato si possono fare scelte giuste o sbagliate, è chiaro che quando si rischia c’è la possibilità di vivere qualche rimpianto. Secondo gli opinionisti la Juventus presto dovrà fare i conti con l’esplosione di un calciatore che sarebbe stato davvero molto utile anche nelle stagioni a venire.

A parlare è Paolo de Paola che intervistato da Calciomercato.it ha spiegato: “Arthur Melo sarebbe potuto essere una buona opzione per la Juventus. Ma Max Allegri ha la fissa per una certa fissità in mezzo al campo. Il brasiliano invece può essere un ottimo play”.

Arthur Melo
Arthur Melo (Ansa)

Sono parole che scuotono un po’ la tifoseria visto che quando il centrocampista del Liverpool era alla Juventus è stato continuamente travolto da polemiche e critiche, senza considerare che la sua avventura biennale a Torino è stata costellata anche da diversi problemi fisici.

Oggi a Torino c’è comunque grande fiducia nei mezzi di Leandro Paredes considerato un calciatore sempre presente e in grado di far fare il salto di qualità proprio in mezzo al campo.

Impostazioni privacy