Psg Juventus, convocati: lasciato a Torino un titolarissimo

Arrivano i convocati di Max Allegri per Psg Juventus con un titolarissimo che purtroppo viene lasciato a Torino mettendo nei guai il tecnico bianconero.

Allegri ora si dovrà inventare qualcosa perché dovrà sopperire all’assenza di un calciatore molto importante che fino a questo momento ha potuto giocare davvero molto poco.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri (Ansa)

Ecco la lista dei convocati: 36 Perin, 23 Pinsoglio, Garofani, 2 De Sciglio, 3 Bremer, 6 Danilo, 12 Alex Sandro, 15 Gatti, 19 Bonucci, 24 Rugani, 5 Locatelli, 8 McKennie, 11 Cuadrado, 17 Kostic, 20 Miretti, 25 Rabiot, 32 Paredes, 44 Fagioli, 9 Vlahovic, 14 Milik, 18 Kean, 30 Soulè.

La lista degli infortunati si allunga e purtroppo già prima di oggi non è che se ne sentisse il bisogno. Non ci sarà Szczesny ancora costretto a smaltire il guaio alla caviglia che si è procurato nella sfida contro lo Spezia di una settimana fa. In difesa invece torna Leonardo Bonucci e nonostante i rispettivi problemi fisici ci saranno sia Danilo che Alex Sandro.

In mezzo al campo torna Rabiot dopo il colpo che l’ha tenuto fuori dalla trasferta di Firenze. Il resto ci sono tutti tranne ovviamente Pogba che solo ieri è tornato ad allenarsi sul campo e che ne avrà ancora un po’. Davanti arriva la terribile notizia, non ce la fa e non è convocato Di Maria che era appena rientrato con lo Spezia e che era partito titolare con la Fiorentina prendendo un colpo e accomodandosi in panchina all’intervallo. Ovviamente non ci sarà Federico Chiesa.

Psg Juventus, i convocati complicano la sfida

La notizia dell’assenza tra i convocati per Psg Juventus di Angel Di Maria getta nello sconforto i tifosi bianconeri che vedevano in lui l’unico giocatore abile a saltare l’uomo e puntare lo spazio. In un momento critico avere un fuoriclasse in campo avrebbe fatto comodo anche dal punto di vista psicologico. Da Torino però filtra cauto ottimismo con la squadra che è serena e pronta per la sfida.

Alle ore 18.45 parleranno in conferenza stampa Max Allegri e il capitano dei bianconeri Leonardo Bonucci. Ci sarà da analizzare la vigilia di una gara molto importante dove, visto il momento, sarà importante soprattutto evitare figuracce. Certo non si parte con l’idea di non prenderle, ma considerate le ultime uscite della nostra squadra un pareggio sarebbe un risultato molto importante perché come detto da Allegri è più realistico pensare di fare la corsa sul Benfica.

Angel Di Maria
Angel Di Maria (Ansa)

Intanto viviamo una vigilia che vede i tifosi bianconeri molto agitati per la notizia sul Fideo e che continuano a ragionare su cosa manca a questa squadra per tornare la schiacciasassi che fino al 2020 ha vinto 9 Scudetti di fila e giocato 2 finali di Champions League.

Impostazioni privacy