Fiorentina Juventus, Mattia Perin spiega come ha parato il rigore

Mattia Perin è stato grande protagonista del primo tempo di Fiorentina Juventus. Di fatto la sua parata impedisce alla viola di ribaltarla su calcio di rigore. Il suo riflesso è davvero da dieci in pagella.

Il portiere di riserva della Juventus viene chiamato ancora a sostituire Szczesny che si era infortunato contro lo Spezia e lo fa salendo sugli scudi, diventando decisivo su un calcio di rigore nel finale di frazione.

Mattia Perin
Mattia Perin (Ansa)

L’estremo difensore di Latina ha commentato così il calcio di rigore all’intervallo ai microfoni di Dazn: “Ho toccato la palla sul rigore e ho sentito che prendeva il palo. Mi aspettavo un rigore a mezza altezza, Jovic è stato molto bravo a calciarlo basso”. Vedremo come se la caverà nel secondo tempo e se riuscirà a dare ancora il suo contributo.

Fiorentina Juventus, cosa è successo nel primo tempo?

Il primo tempo di Fiorentina Juventus si chiude sul risultato di 1-1 con i gol di Milik e Kouame. I bianconeri erano partiti forte sbloccando la partita con un gol del centravanti polacco arrivato dal Marsiglia nella sessione di calciomercato estivo. La punta è stata bravissima a sfruttare una palla messa tesa dentro da Filip Jovic, deviandola praticamente di pancia.

Jovic
Jovic (Ansa)

Sembra in controllo la squadra bianconera con Di Maria che mette una palla splendida McKennie ingenuo e inappropriato a metterla al centro con la porta spalancata verso di lui. Ne consegue un calcio d’angolo dal quale la viola parte in contropiede e segna il pareggio con Kouame. 

Cosa ci aspettiamo dal secondo tempo?

Fiorentina Juventus è la prima gara di questa stagione che si gioca nel pomeriggio con un caldo imbarazzante che rende tutto più difficile. Nel secondo tempo ci aspettiamo un calo di ritmo da una parte e dall’altra con i cambi che potrebbero risultare decisivi. I bianconeri hanno un certo Dusan Vlahovic in panchina che potrebbe entrare in campo e risolverla con una giocata.

Attenzione anche a Fabio Miretti che è uno di quelli che riescono a svoltare le partite con la tecnica e la sua bravura a imbeccare i compagni di squadra dentro. Sicuramente sarà un secondo tempo in cui entrambe proveranno a vincere, la squadra bianconera deve fare tre punti e sicuramente giocherà psicologicamente dalla sua parte il fatto dell’errore sbagliato da Jovic alla fine della prima frazione di gioco. Solo il campo ci dirà quello che accadrà e come finirà questa partita.

Impostazioni privacy