Calciomercato Juventus, arriva un portiere per sostituire Szczesny

Il calciomercato della Juventus si fa piuttosto intenso in questo ultimo giorno di trattative. La società bianconera sta pensando di portare a casa un giocatore per tutelarsi dall’infortunio di Szczesny.

L’estremo difensore polacco ha riportato un problema alla caviglia destra dopo un’uscita ed è stato portato fuori in barella tra lo sgomento dell’Allianz Stadium e l’obbligo di Max Allegri di inserire Mattia Perin.

Szczesny
Szczesny (Ansa)

Il tecnico bianconero ha escluso delle fratture o lesioni, ma la situazione legata all’ex Arsenal è piuttosto preoccupante. Si rischia infatti un lungo stop col portiere che potrebbe tornare in campo addirittura nel 2023. Una situazione che porta a delle riflessioni e a capire come gestire la situazione. Un momento dunque non facile perché siamo all’ultimo giorno di calciomercato.

Al momento in rosa ci sono due estremi difensori: Mattia Perin e Carlo Pinsoglio. Se il primo viene considerato decisamente affidabile dovesse rimanere fuori anche lui il rischio è che ci si ritrovi in rosa con il solo Pinsoglio. Il tempo è poco e bisogna prendere una decisione rapidamente. Le opzioni sono diverse e vanno tutte valutate con grande attenzione anche se acquistare un grande portiere oggi sarebbe assolutamente da considerarsi una follia.

Infortunio Szczesny, le opzioni di calciomercato

Le opzioni di calciomercato per la Juventus sono diverse con la nuova sessione di trattative che potrebbe portare la società a dover ragionare meglio su cosa fare. Sono infatti diverse le situazioni, le soluzioni, le possibilità di cosa possa accadere nelle prossime settimane.

Intanto va valutato il fatto che potrebbe arrivare un portiere in prestito, per farlo però ci deve sbrigare perché la società ha tempo solo ed esclusivamente fino alle 20 di stasera dopo di che sarà impossibile. Chi può arrivare in prestito? Difficile saperlo e soprattutto difficile pensare che una squadra possa privarsi anche di un numero 12 arrivati a questo punto.

Mattia Perin
Mattia Perin (Ansa)

C’è poi l’opzione della lista gratuita. A quel punto si potrà andare avanti con le trattative anche oltre le 20 e nei prossimi giorni. Anche se c’è da dire che le opzioni in questo caso sono piuttosto scarse. C’è Luca Zidane figlio di Zinedine che però è totalmente inesperto se no Loris Karius che però dalle papere della finale di Champions League di alcuni anni fa non si è più ripreso.

Non è da escludere che si possa rimanere così con Perin, Pinsoglio e la promozione in prima squadra a terzo di uno dei giovani della Next Gen o della Primavera.

Impostazioni privacy