Paura Juventus per Chiesa, quando tornerà in campo?

L’inizio di campionato della Juve è stato molto promettente, battendo il Sassuolo all’Allianz Stadium per 3-0, ma Federico Chiesa ancora non si è visto nemmeno un minuto in campo. 

L’esterno d’attacco della Juventus non ha partecipato a nessuna amichevole nel precampionato bianconero e nella prima partita ufficiale non si è seduto nemmeno in panchina. Ma quando tornerà effettivamente Federico Chiesa?

Federico Chiesa quando rientra
Federico Chiesa

Nato a Genova il 25 ottobre 1997, il calciatore è alto 175 centimetri per 70 chilogrammi. Cresciuto nelle giovanili della Settignanese, si mette in luce prima negli Allievi Nazionali e successivamente in Primavera con la maglia della Fiorentina. All’inizio della stagione 2016-2017, l’allenatore Paulo Sousa lo inserisce in prima squadra, convocandolo per il ritiro estivo di Moena e il 20 agosto del 2016 esordisce in Serie A nella prima partita di campionato persa per 2-1 contro la Juventus.

Il passaggio alla Juve avviene nell’estate del 2020 e debutta con la maglia bianconera il 17 ottobre, nel pareggio contro la neopromossa Crotone. Con la maglia della Juventus, Chiesa ha collezionato 44 presenze condite da 10 gol.

Il ritorno di Federico Chiesa

Il 9 gennaio 2022, nella vittoriosa trasferta di campionato contro la Roma per 3-4, dopo un contrasto con il difensore Smalling, Chiesa riporta la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Dopo oltre 7 mesi, il calciatore italiano si sta ancora riprendendo da quel brutto infortunio e tutti i tifosi bianconeri sperano di rivederlo presto in campo.

Quando torna Chiesa
Chiesa

Massimiliano Allegri aveva parlato in una conferenza stampa di luglio delle sue condizioni, spiegando come il rientro in campo di Chiesa sia previsto per metà settembre. Occorrerà però attendere per riaverlo al meglio, in grado di sostenere 90 minuti e fare la differenza. Non esiste una data ufficiale del rientro dell’attaccante, ma potrebbe essere in campo contro il Monza di Berlusconi e Galliani il 18 settembre. La Juve avrà già affrontato sei match, comprese le partite complicate contro Roma e Fiorentina, rispettivamente in casa e in trasferta.

Ho iniziato a correre e fare i primi cambi di direzione, spero per l’inizio di settembre di essere pronto ma vediamo se riusciamo ad accorciare un po’ i tempi. Bisogna essere sicuri per non avere ricadute“, queste sono state le parole dell’ex viola circa un mese fa.

Tutti i tifosi della Juventus lo attendono a braccia aperte per formare il tridente insieme a Vlahovic e Di Maria. Un trio di attacco da sogno per cercare di riportare lo scudetto a Torino ed arrivare il più lontano possibile in Champions League.

Impostazioni privacy